fbpx
Commissione

Vittorio De Scalzi – Presidente di Commissione

Fondatore del complesso I Trolls, De Scalzi incide con questo il 45 giri Dietro la nebbia.

Nello stesso anno debutta come solista con Vietato ai maggiori di pochi anni in cui esegue Norwegian Wood dei The Beatles e Take a Heart utilizzando lo pseudonimo Napoleone.

Nel 1967, terminata l’esperienza de I Trolls, costituisce i New Trolls. Nello stesso anno la band apre i concerti della tournée italiana dei The Rolling Stones e suona in jam session con musicisti come Stevie Wonder.

Contemporaneamente De Scalzi si impegna nel lavoro di ricerca sulla musica tradizionale genovese, scrivendo in quegli anni canzoni dialettali parte del patrimonio culturale della sua città. Con la collaborazione di Fabrizio De André e del poeta Riccardo Mannerini, compone i brani del primo album dei New Trolls, il concept album Senza orario senza bandiera.

Nel 1971 esce Concerto grosso per i New Trolls, che insieme a Concerto grosso n. 2 del 1976 rimangono dischi fondamentali del prog italiano.

Nel 1973 De Scalzi ha partecipato al disco collettivo L’Arca: le due canzoni da lui cantate sono state pubblicate poi nel singolo Le api a nome Vittorio dei New Trolls & The Plagues.

Vittorio De Scalzi è autore di molte canzoni di successo della band (da Visioni a Una miniera, a Quella carezza della sera). Ha composto anche canzoni per Mina e per Ornella Vanoni. Tra i brani scritti per altri interpreti, quelli contenuti nell’album Tutti i brividi del mondo di Anna Oxa.

In qualità di tastierista e cantante dei New Trolls, De Scalzi ha partecipato a sette edizioni del Festival di Sanremo.

Un altro filone importante è rappresentato dal Suonatore Jones, un tour perlopiù incentrato sulle sue collaborazioni con l’amico e collega conterraneo Fabrizio De André. La relativa scaletta contiene la riproposta dell’album Senza orario senza bandiera, più altri brani dei New Trolls e alcuni brani originali dello stesso De André.

Nel 2001, in qualità di solista, supportato dall’Orchestra Filarmonica di Torino ha realizzato un primo album dal vivo dal titolo Concerto grosso, costituito da brani di repertorio dei New Trolls. Nel 2008 ha inciso un disco realizzato interamente in dialetto genovese: Mandilli.

Nel 2011 ha pubblicato l’album Gli occhi del mondo, realizzato mettendo in musica, con la collaborazione di Marco Ongaro, alcune poesie di Riccardo Mannerini.

Sono del 2018 i dischi L’attesa e del 2019 Vento di terra, vento di mare con i Renanera.

De Scalzi è inoltre membro fondatore e componente del gruppo Slow Feet Band con cui ha pubblicato l’album Elephant Memory.

Nel 2019 è stato presidente della commissione del concorso Area Sanremo.

Commenti disabilitati su Vittorio De Scalzi – Presidente di Commissione